Direttore Responsabile P. Paolo Fiasconaro
Buona sera! Domenica 08 Dicembre Immacolata Concezione
Oltre
Quello che vi dico nelle tenebre
ditelo nella luce,
e quello che ascoltate all'orecchio
predicatelo sui tetti.

(Matteo 10,27)
Tribunale Ecclesiastico
Menu
Tribunale Ecclesiastico
Diocesi
 
Centri Regionali

 
 
 
 
 
A mani giunte

Liturgia della Settimana
Liturgia della Settimana
Sei in: homepage / Tribunale Ecclesiastico  
Tribunale Ecclesiastico
Il Tribunale Ecclesiastico ha avuto inizio, il 9 Gennaio 1941, con il giuramento prestato, alle ore 10 nella "Sala dei Santi" del Palazzo Arcivescovile di Palermo, dai primi Ministri del Tribunale nelle mani di S. Em.za il Card. Luigi Lavitrano. Dopo che il Sommo Pontefice, Pio XI, con il Motu Proprio "Qua cura", emanato l'8 Dicembre 1938 ed entrato in vigore il 5 Settembre 1940, aveva istituiti i Tribunali Ecclesiastici Regionali, per la trattazione e la definizione delle cause matrimoniali, riservandone ad essi l'esclusiva competenza.

Competenza esclusiva del Tribunale, per tutta la Sicilia, è la trattazione e la definizione delle cause matrimoniali.

Il Tribunale Siculo è tribunale di prima istanza.
Esso è competente a trattare e a definire le cause di nullità del matrimonio se:

        - il matrimonio è stato celebrato in Sicilia;
        - se in Sicilia la parte convenuta ha il domicilio o il quasi-domicilio secondo le disposizioni del Diritto canonico;
        - se in Sicilia ha il domicilio canonico la parte attrice, ma a condizione che:
            la parte convenuta abbia il domicilio canonico in Italia
            che il Vicario giudiziale del luogo ove la parte convenuta ha il domicilio, sentita la medesima, dia il suo consenso;
        - se in Sicilia si debba raccogliere la maggior parte delle prove, ma a condizione che il Vicario giudiziale del luogo ove la parte convenuta ha il domicilio, sentita la medesima, dia il consenso.

Perché si possa passare a nuove nozze è necessario che la sentenza declaratoria della nullità matrimoniale sia confermata da una seconda sentenza o da un decreto, emesso a norma del can 1682 §2 da un tribunale di appello o di seconda istanza.


 
il 18-01-2011 alle 12:55:47 2019 © Chiese di Sicilia - credits