Direttore Responsabile P. Paolo Fiasconaro
Buona sera! Lunedì 03 Agosto Santa Lidia
Oltre
Quello che vi dico nelle tenebre
ditelo nella luce,
e quello che ascoltate all'orecchio
predicatelo sui tetti.

(Matteo 10,27)
In libreria...
L'iniziazione cristiana nella Chiesa di Mazara del vallo
Menu
Diocesi
 
Centri Regionali

 
 
 
 
 
A mani giunte

Liturgia della Settimana
Liturgia della Settimana
Sei in: homepage / In libreria... / L'iniziazione cristiana nella Chiesa di Mazara del vallo  
Presentazione
La complessità della vita odierna, con le sue problematiche e le sue sfide, chiede una qualità della vita cristiana tale da abilitare i fedeli a essere testimoni coerenti e credibili del Vangelo. Questo obiettivo, tuttavia, non si può raggiungere senza una maturazione nella fede che accompagni le diverse stagioni della vita, a partire dalla fanciullezza.
Il modello di questo cammino è l’iniziazione cristiana che, a torto, in tanti pensano ancora sia un passaggio obbligato riservato soltanto a fanciulli e ragazzi. Al contrario, il cammino iniziatico è il modello di una vita cristiana che, proprio nei tre sacramenti del battesimo, della confermazione e dell’Eucaristia attinge la grazia per vivere una vita da discepoli del Risorto.
Significativamente i Vescovi italiani così scrivono in un recente documento: «I cristiani sono testimoni della risurrezione del Signore solo se tendono con l’aiuto della sua grazia, con umiltà e costanza, a condurre una vita da risorti, “come vivi, tornati dai morti" (Rm, 6,13): quando non si vergognano del Vangelo, quando sperimentano la consolazione nella prova, quando trovano nella preghiera la forza di perdonare e di farsi perdonare, quando si spendono per diventare un cuor solo e un’anima sola, quando si impegnano per costruire la civiltà dell’amore e non perdono la speranza di cieli nuovi e terra nuova, allora mostrano con segni di vita nuova di credere nella risurrezione del Signore».
(C E I, Orientamenti per il risveglio della fede e il completamento
dell’iniziazione cristiana in età adulta, nota pastorale dell’8 giugno 2003, n. 4
)

Per raggiungere un tale obiettivo, occorre che la comunità cristiana adulta si proponga come luogo nel quale il Vangelo è vissuto e come ambiente che educa alla fede.
Espressione significativa di questo impegno educativo sono i catechisti, i quali affiancano la famiglia nella trasmissione dei valori evangelici e inseriscono gradualmente fanciulli e ragazzi nella comunità che celebra e che vive il comandamento dell’amore.
Per accompagnare il percorso educativo dell’iniziazione cristiana, che non si improvvisa e non può esser lasciato all’inventiva di ciascun operatore, l’Ufficio Catechistico Diocesano ha predisposto un pregevole sussidio, per il quale esprimo il mio apprezzamento al direttore don Giuseppe Alcamo, che ho il piacere di consegnare a sacerdoti e catechisti, certo che ne sapranno valorizzare risorse e indicazioni.
L’augurio di buon cammino è avvalorato dalla benedizione che su tutti imploro abbondante dalla Santa Trinità.

+ Domenico Mogavero
Vescovo


Mazara del Vallo, 8 settembre 2009
Festa della Natività della B.V. Maria


 
il 18-01-2011 alle 12:55:47 2020 © Chiese di Sicilia - credits