Direttore Responsabile P. Paolo Fiasconaro
Già sveglio? Mercoledì 14 Aprile San Valeriano
Oltre
Quello che vi dico nelle tenebre
ditelo nella luce,
e quello che ascoltate all'orecchio
predicatelo sui tetti.

(Matteo 10,27)
Incontro Direttori Europei
Saluto Don Andreozzi
Menu
Diocesi
 
Centri Regionali

 
 
 
 
 
A mani giunte

Liturgia della Settimana
Liturgia della Settimana
Sei in: homepage / Convegni e Seminari / Incontro Direttori Europei / Saluto Don Andreozzi  
Incontro dei Direttori europei
Saluto iniziale di don Giuseppe Andreozzi
(Direttore nazionale – Missio, Italia)




1. Benvenuto a tutti, personale, collaboratori di Missio Italia, della Conferenza Episcopale Italiana.

2. Gratitudine della nostra Direzione nazionale per aver scelto l’Italia come sede dell’incontro di quest’anno.
Chiedo scusa se non ho saputo/potuto fare come avrei dovuto per preparare al meglio l’incontro. Ma la presenza così ampia dice che con la buona volontà si rimediano tutti i problemi.
Siamo contenti della generosa risposta di quanti siamo già presenti e di quelli che si aggiungeranno nelle prossime ore: Giuseppe Pellegrini, (Italia, in Tailandia per un incontro di FD italiani di Asia e Oceania e arriverà domenica sera); Jean-Marie Aubert e Kreienbuhl Guido (che dovrebbero essere qui tra poco), Gil Garcia Anastasio (Spagna), Maasburg Leo (Austria), Hermann Shalueck (Germania-Aachen) e Petru Mares (Romania) che ci raggiungeranno domani in tarda mattinata; Tomo Knezevic (Bosnia Erzegovina) che arriverà domani notte.
Hanno comunicato che non potranno partecipare: Mario Rigos (Grecia, per sopraggiunti impegni dopo che già aveva preparato tutto il necessario); Alexander Rostas (Ungheria), Patrick Mc Guire, sma (Scozia, per visita ai missionari del proprio Istituto), Joseph Bujeja (Malta, impossibilità). Non ho più saputo notizie di Jean Susini (Monaco) che evidentemente non è riuscito ad organizzarsi. Non sono riuscito a contattare Adriano Franchini (Turchia).
In questi giorni saranno con noi tre Segretari Generali delle Pontificie Opere Missionarie: P. Jan Dumon (Pontificia Opera di San Pietro Apostolo), P. Patrick Byrne (Pontificia Opera dell’Infanzia Missionaria), P. Vito del Prete (Pontificia Unione Missionaria).
Tra noi saranno anche il Direttore diocesano della pastorale missionaria di Palermo, Rosario calò, che già ha salutato e il Direttore della pastorale missionaria di Monreale, Dario Russo.
Ci aiuteranno alcuni collaboratori di Missio Italia- Pontificie Opere Missionarie: Bascapè Stefania (Segretaria POIM), Clementi Francesca (Segretaria), Pellicci Chiara (Giornalista), Giorgio Minella (collaboratore). Ci raggiungerà lunedì Tommaso Galizia (Segretario POSPA).

3. Perché la scelta di incontrarci a Palermo?
Venendo a Roma già una volta l’anno per la riunione del Consiglio Superiore, abbiamo ritenuto di poter sperimentare quanto l’Italia sia bella e interessante anche altrove.
La regione Sicilia conserva memorie suggestive del suo essere da sempre, nel mezzo del mediterraneo, frontiera di popoli e culture (dalla Magna Grecia, ai bizantini, normanni, saraceni, aragonesi, …). Ne avete ulteriore prova nelle tante testimonianze con cui L’Ente Provinciale del Turismo di Palermo ha arricchito la nostra cartella. D’altra parte la Sicilia è una delle maggiori regioni italiane con circa 6 milioni di abitanti.
Ma anche dal punto di vista ecclesiale le Chiese di questa regione vivono una specifica realtà pastorale e sono ricche di comunità vive, tanto nella loro tradizione quanto nella ricerca di valide risposte ai problemi di oggi.
La Chiesa è organizzata in 18 diocesi.
Da anni la Chiesa siciliana è impegnata nell’opera educativa che impedisca il proliferare della mafia a livello sociale, economico e politico. Il fenomeno delle migrazioni sta inoltre dando nuovo valore al tradizionale ruolo di ponte fra culture e religioni.
La vitalità di questa Chiesa spero possiate sperimentarla anche nei pochi giorni di questo incontro, che si è potuto realizzare grazie alla segreteria pastorale della Conferenza Episcopale Siciliana e del valido apporto dell’ufficio diocesano della pastorale missionaria della diocesi di Palermo. Abbiamo già incontrato il pastore della Chiesa di Palermo. Incontreremo anche il vescovo di Monreale e il vescovo Delegato per la pastorale missionaria ad gentes della regione. L’ospitalità di questa comunità francescana la sperimenteremo continuamente.

4. La missione in Italia
L’anno scorso è nata Missio. Si è conclusa in questo modo la lunga storia che aveva fatto della Direzione Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Italia un Ufficio della Congregazione per l’evangelizzazione dei Popoli. Se quella condizione ci favoriva nel renderci conto del movimento missionario a livello universale, non era più rimandabile che la Conferenza Episcopale Italiana assumesse in prima persona la responsabilità dell’animazione, della formazione e della cooperazione missionaria in Italia.
Missio è stata pensata come un ente “contenitore” all’interno del quale è potuta confluire la nostra Direzione nazionale delle P.O.M. e confluiranno tra breve altri organismi missionari di cui dispone la nostra Conferenza Episcopale: il Centro Unitario Missionario di Verona e parte dell’Ufficio nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese.
Missio è un organismo giuridico e pastorale della Chiesa italiana.
Mi auguro che per tutti voi quella di Palermo sia una prima opportunità per conoscere questa nostra nuova realtà, anche se qualcosa di più approfondito potremo viverlo a Roma, magari dopo che alla fine di quest’anno sarà pienamente operativa la nuova sede che la Conferenza Episcopale Italiana sta preparando in Via Aurelia 796, dove già adesso ci troviamo ma in locali provvisori.
In questi giorni potrete conoscere già alcuni del nostri validi e giovani collaboratori, che sono a vostra disposizione per ogni eventualità.

5. Programma
Come in ogni altra nostra occasione a livello europeo questo incontro è stato programmato sulle richieste che sono giunte da diversi di voi.
(Presento il programma)

6. Augurio
Siamo ospitati in una comunità francescana. Lo spirito di “pace e bene” possa crescere tra noi e portare frutto per la nostra comunione a servizio dell’unica missione.
Buon incontro, fraterno tra noi.
Buon incontro, nella serena quiete e ospitalità di questo luogo.
Buon incontro, in questa città di Palermo e nella regione Sicilia, terra di grande tradizione cristiana e generosa missionarietà.
Benvenuti a tutti.



 
il 18-01-2011 alle 12:55:47 2021 © Chiese di Sicilia - credits